Sacchetti sottovuoto: conservazione sottovuoto e cottura sottovuoto

Sacchetti_sottovuoto
Sacchetti_sottovuoto

La conservazione degli alimenti è cosa seria. Sappiamo che i fattori che determinano il deperimento di un alimento (in quanto in grado di influenzare la proliferazione batterica) sono: aria, luce, temperatura, acqua (intesa come presenza di umidità). Su di essi agiscono i metodi di conservazione degli alimenti per aumentarne la longevità.

La conservazione sottovuoto agisce sul fattore: aria. Eliminare l’aria (e segnatamente l’ossigeno) significa impedire (o rallentare) l’ossidazione dell’alimento, rallentare lo sviluppo di organismi aerobici e, come conseguenza, aumentarne la vita. Inoltre, creando un isolamento tra l’alimento e il mondo esterno, lo preserva dal contatto con le contaminazioni e da odori che possono essere presenti nell’ambiente in cui il cibo viene conservato. La diffusione massiccia di apparecchi a basso costo ha consentito a tutti di acquistare e tenere in casa una macchina sottovuoto, dispositivo fino a pochi anni fa di esclusivo appannaggio di operatori professionali.

Fatte però attenzione: un alimento sottovuoto non è un alimento totalmente privo di rischi. È esposto alle conseguenze della presenza di batteri che vivono in assenza di ossigeno e alla capacità di quelli aerobici di “sopravvivere” anche in assenza di ossigeno etc.

Da ciò la consuetudine di abbinare ad altri metodi (più efficaci in quanto a durata, come il congelamento o surgelamento). in tal caso il quid in più offerto dal cibo all’interno delle busta sottovuoto è dato dal fatto che, con tale tecnica, si mantengono maggiormente inalterate le caratteristiche organolettiche dell’alimento evitando la “cottura fredda” della sua superficie e modificazioni di colore e consistenza. Senza dimenticare che gli odori non vengono totalmente inibiti dal freddo e una ulteriore barriera risulta efficace e utile.

Cottura sottovuoto:

La cottura sottovuoto va di pari passo con la cottura a bassa temperatura con il fine di un migliore mantenimento delle proprietà organolettiche, cottura a temperature inferiori (per via della minor pressione all’interno del sacchetto).

La cottura sottovuoto richiede sacchetti da cottura sottovuoto specifici e non buste sottovuoto qualsiasi. Essi devono, infatti, garantire l’assenza di significative migrazioni di sostanze nocive dall’involucro all’alimento anche al crescere della temperatura. Si tratta di buste sottovuoto polipropilene in cui le pietanze, frequentemente già pronte e condite, vengono poste – per poi essere cotte sottovuoto a bassa temperatura – in una vasca scaldata con serpentine e dotata di termostato per il mantenimento della temperatura ottimale per tutto il tempo desiderato. Tempi lunghi di cottura a temperatura bassa consentono di cuocere il cibo con maggiore uniformità e di mantenere integra la struttura cellulare della pietanza. Nel sacchetto vengono spesso inseriti aromi senza necessità di abusare con i condimenti. Il cibo cuocerà insieme ai suoi succhi che non verranno dispersi nella padella, ma contribuiranno a mantenere tutto il sapore e la fragranza della materia prima. Il risultato sarà una pietanza sana, morbida in bocca e cotta a puntino dall’esterno al cuore. Per donarle il colore e la crosticina – crosta aromatica – che tanto piacciono agli occhi e alle papille gustative, successivamente, è possibile, nel caso di carne, grigliarle, passarle in padella, o usare un cannello (come quello da creme brulee).

In definitiva, con la cottura a bassa temperatura sottovuoto non avremo più carni dure e maltrattate e potremo mantenere i  succhi e gusti invidiabili nel rispetto dell’alimento e del palato.

Palloncini che volano … ed è subito festa!

Palloncini gonfiati con gas elio

Un palloncino che vola è sinonimo di festa, di allegria, gioia e libertà! Non solo per i compleanni (non avete mai visto i bimbi lasciare i loro dispositivi tecnologici per correre dietro ad un buon “vecchio” palloncino?), ma anche durante un matrimonio un lancio di palloncini colorati, magari illuminati da un led, è una gioia per la vista e infonde allegria in tutti …

Ma i palloncini non volano “da soli” … serve una gas, l’elio, che, essendo più leggero dell’aria, permette alla magia di avvenire.

L’elio non è un gas pericoloso: non esplode, non brucia e non è tossico.  L’unica accortezza è per l’involucro. Le bombole elio per palloncini sono sotto pressione e, pertanto, non devono essere buttate per terra, ma trattate con (nemmeno troppa) cautela. Con l’elio si può fare anche la “paperella” con la voce, ma attenzione a non farlo troppo a lungo, perché, se è vero che non è tossico, esso non contiene l’ossigeno indispensabile per il nostro organismo. Quindi … pausa tra una “paperella” e l’altra !

Da sapere c’è che, una volta gonfiato con gas elio, i palloncini volano …  ma non per sempre. L’elio esce dal palloncino in lattice perché la sua molecola è più piccola di quella del lattice stesso. La durata non è uno standard: è influenzata dallo spessore del palloncino, dalla sua dimensione e dalla qualità del materiale con cui è realizzato, dalla temperatura, dalla pressione atmosferica … Abbiamo testato numerosi palloni e abbiamo ormai una statistica consolidata. I palloncini “comuni” (di discreta qualità) volano per una decina di ore. Quelli di maggiore qualità e spessore (a breve vi mostreremo i modelli nella relativa sezione) sono in grado di raggiungere tranquillamente le 18 ore. Ma se avete bisogno di una maggior durata? Beh, in questo caso, possiamo “rivestire” i palloni con un apposito gel che ne riduce la porosità rivestendone l’interno con un film plastico e allunga in modo sensibile l'”autonomia” del vostro palloncino oltre il doppio del tempo indicato. E se non basta? Ci sono in vendita e a noleggio bombole di gas elio.

Per quanto riguarda la vendita le bombole sono usa e getta, o a noleggio. Ci sentiamo di sconsigliare le usa e getta (e per quanto ci riguarda abbiamo per ora deciso di non commercializzarle) perché il costo è molto (ma molto) più elevato rispetto al noleggio (almeno nella nostra offerta) e, soprattutto,  perché non ci pare “sostenibile” buttare una bombola dopo che ha gonfiato 25 o 40 palloncini: voi che ne pensate? Vi proponiamo, invece, il noleggio. Con bombole come quelle nella foto si possono gonfiare 130 palloncini allo stesso prezzo con cui, usando una bombola usa e getta, se ne gonfierebbero una quarantina (o meno) e si da una mano all’ambiente riutilizzando i vuoti.

Allora, per fare festa senza esagerare con l’impatto ambientale … meglio noleggiare un bombola elio che acquistarne una usa e getta. Con un po’ di attenzione … l’ambiente ci guadagna (e anche il portafogli)!

Volete avere informazioni sul noleggio delle bombole Elio a Como e provincia? Mandateci una richiesta tramite il modulo di contatto, oppure una mail a info@sonvico.it oppure telefonateci (il numero lo travate qui): saremo lieti di fornirvi le informazioni che desiderate.

CONFETTI – Tutti i gusti del mondo

 

Confetti … avremo modo di parlarne. Anzi, a dire il vero ho pronti un paio di articoli per i pi curiosi. E mi piacerebbe portarvi all’interno di una fabbrica di confetti per capire da quale alchimia provengano queste variegate delizie.

Intanto, per introdurre l’argomento, alcuni delle decine di varianti che potrete trovare in commercio (ad esempio presso il nostro punto vendita confetti Como) 🙂

Confetti alla mandorla (spagnola, avola), al cioccolato fondente, o con uno strato di cioccolato bianco e uno al latte, confetti tenerezze con oltre 50 gusti … bianchi, colorati, sfumati … confetti Buratti, confetti Maxtris (quelli di Enzo Miccio), o confetti Crispo.

Sembrano tanti … ma non sono tutti: se vi servono confetti a Como questa solo una parte della scelta che potete trovare presso di noi.

Confetto con mandorla tostata avvolta da uno strato di cioccolato. Con una finitura effetto spolverato senza i problemi che danno i confetti spolverati!
Morbido confetto con all’interno una pallina di Wafer ricoperto di fine cioccolato al latte e finemente confettato in superficie.

Preziose e morbidissime nocciole ricoperte di cioccolato bianco perlato. Disponibili avorio, rosa, lilla, azzurro e verde.

Croccanti nougatine (nocciole tritate e caramellate) ricoperte da finissimo cioccolato al latte finemente confettate.

I morbidì sono confetti di mandorla con uno strato di frutta in polvere del colore del frutto. Morbidissimi e buoni.
I morbidì sono confetti di mandorla con uno strato di frutta in polvere del colore del frutto. Morbidissimi e buoni.
Gusto ciliegia.
Confetto con mandorla tostata avvolta da uno strato di cioccolato bianco, ricoperta da una confettatura morbidissima. Con una finitura effetto spolverato senza i problemi che danno i confetti spolverati!
Confetto con mandorla tostata avvolta da uno strato di cioccolato fondente, ricoperta da una confettatura morbidissima. Con una finitura effetto spolverato senza i problemi che danno i confetti spolverati!

Confetti tenerezze mandorla tostata, cioccolato e fine confettatura al gusto di zabaione.

Fragranti mandorle tostate ricoperte di finissimo cioccolato nelle sfumature del verde: bianco ananas, giallo limone, verde acido mela, verde medio pistacchio, verde scuro ricotta e pera.
Fragranti mandorle tostate ricoperte di finissimo cioccolato nelle tonalità del rosa. Bianco al cocco, rosa chiaro alla fragola con panna, rosa intenso/fuxia gusto amarena, lilla gusto yogurt ai frutti di bosco e viola blackberry.

Fragranti mandorle tostate ricoperte di finissimo cioccolato nelle tonalità dell’arancione. Bianco gusto banana, giallo al limone, arancio al mandarino e rosso gusto amarena.